Percorso:ANSA > Legalità > Lombardia > "La buona terra",20 foto raccontano lavoro e rispetto regole

"La buona terra",20 foto raccontano lavoro e rispetto regole

Campagna Buoni e giusti Coop per eticità filiere da 9/2 a Camera

07 febbraio, 15:51
(ANSA) - ROMA, 7 FEB - Venti foto per raccontare le storie delle donne e degli uomini che già lavorano - in alcuni casi da anni - nei campi in condizioni di libertà e di rispetto delle regole. Sono italiani, polacchi, indiani, maliani: non contano i colori o le lingue, gli abiti diversi. Ad avvicinare ognuno di questi lavoratori è un desiderio che accomuna tutti gli esseri umani: dignità, rispetto, libertà di scelta.

Le immagini del loro lavoro parlano di un cambiamento in atto e sono la testimonianza che dalle campagne del nostro Paese non arrivano più solo messaggi di sfruttamento e miseria estrema, condizioni che ancora purtroppo resistono. È questa "La buona terra", una mostra è dedicata a chi lavora nei campi e nella trasformazione dei prodotti agricoli. Molti di loro possono farlo oggi con un sorriso. La mostra sarà inaugurata giovedì 9 febbraio (ore 15.00) a Roma alla Biblioteca della Camera dei Deputati, Palazzo San Macuto, via del Seminario 76. Sarà presente la Presidente della Camera dei Deputati onorevole Laura Boldrini.

Scattate in quattro differenti regioni italiane, seguendo il ciclo estivo della raccolta di frutta e verdura, le immagini mostrano i volti e accennano le storie di chi ha scelto di produrre per Coop rispettando le leggi sul lavoro, riconoscendo dignità a chi tutto il giorno è nelle campagne del nostro Paese.

Non solo giusta paga, ma anche rispetto delle minime condizioni di accoglienza per i lavoratori immigrati, e anche corsi di lingua e di qualificazione professionale. A raccontare la storia di decine di persone - presidenti di cooperative, lavoratori italiani e immigrati, ispettori, proprietari di aziende agricole - è stato un piccolo pool di fotografi impegnati nel sociale: l'agenzia PhotoAid, che ha ripreso le sue immagini in Sicilia, Puglia, Lombardia e Calabria. La mostra è accompagnata da un video girato durante la campagna fotografica (l'autore è Francesco Sellari dell'agenzia Silverback) che dà voce e parole ai protagonisti delle immagini.

Questa iniziativa accompagna la seconda fase della campagna "Buoni e giusti Coop", che promuove l'eticità nelle filiere ortofrutticole. A partire dalla primavera del 2016, tutti gli 832 fornitori nazionali e locali di frutta e verdura (per oltre 70.000 aziende agricole) sono stati coinvolti in una grande operazione di legalità: chi non rispetta le regole in campo di lavoro e di diritti esce fuori dal sistema Coop. I controlli sono stretti e pagare la giusta retribuzione alza i costi, rispetto a chi versa pochi euro al giorno a un lavoratore. Ma le aziende agricole hanno reagito in maniera positiva, integrando e rispettando le regole sul lavoro e collaborando al miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori immigrati.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA