Percorso:ANSA > Legalità > Piemonte > Pentito delitto Caccia, 'ndrangheta venduto biglietti Juve

Pentito delitto Caccia, 'ndrangheta venduto biglietti Juve

'Per finale con Barcellona, soldi a cognato mandante omicidio'

29 marzo, 12:45
(ANSA) - MILANO, 29 MAR - Il presunto boss della 'ndrangheta Cosimo Crea "si occupò del bagarinaggio dei biglietti della finale di Champions del 2015 Juve-Barcellona e coi soldi illeciti che fece diede anche duemila euro a Placido Barresi", cognato di un altro presunto esponente della mafia calabrese, Domenico Belfiore. Lo ha raccontato in aula, confermando in sostanza dichiarazioni già messe a verbale in un'inchiesta torinese, il pentito Massimiliano Ungaro sentito nel processo milanese per l'omicidio del 1983 del procuratore di Torino Bruno Caccia a carico di Rocco Schirripa, accusato di essere l'esecutore materiale dell'uccisione su mandato di Belfiore, già condannato all'ergastolo.

Ungaro, torinese, ritenuto il 'braccio destro' dei fratelli Adolfo e Cosimo Crea e diventato collaboratore di giustizia lo scorso anno, ha spiegato davanti alla Corte d'Assise che il presunto boss del clan Crea "consegnò quel denaro a Barresi perché disse che era una brava persona e per tutto quello che aveva passato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA