Percorso:ANSA > Legalità > I Beni Ritrovati > Mala Brenta: Maniero consegna 'tesoro', ma si cerca denaro

Mala Brenta: Maniero consegna 'tesoro', ma si cerca denaro

Beni 17 mln dati per ripicca contro ex cognato che li 'gestiva'

18 gennaio, 18:32
(ANSA) - VENEZIA, 18 GEN - L'ex boss della Mala del Brenta, Felice Maniero, ha consegnato spontaneamente il suo 'tesoro', pari a 17 mln di euro, frutto della sua attività criminale tra il 1982 ed il 1995, ma la Guardia di Finanza e la Procura distrettuale antimafia di Venezia cercano altro denaro e l'indagine è ancora in corso. A renderlo noto, oggi, il Procuratore aggiunto Adelchi D'Ippolito, che ha affidato l'inchiesta ai Pm Paola Tonini e Giovanni Zorzi, nel corso di una conferenza stampa dopo l'operazione che ha portato nei giorni scorsi al sequestro di beni riconducibili all'ex boss, poi pentito. La decisione di far ritrovare i suoi beni è nata in Maniero per ripicca, perché dopo aver nascosto il denaro mettendolo nelle mani dell'ex cognato, quest'ultimo gli ha restituito progressivamente 'solo' 6 mln. Vedendosi beffato, Maniero si è rivolto alla procura descrivendo nel dettaglio dove erano finiti i proventi della sua attività criminale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA