Percorso:ANSA > Legalità > I Beni Ritrovati > Minniti,in case confiscate vivranno forze ordine

Minniti,in case confiscate vivranno forze ordine

67 beni confiscati assegnati al Comune di Reggio Calabria

18 aprile, 16:09
TERRORISMO: MINNITI, LA MINACCIA E' A PREVEDIBILITA' ZERO TERRORISMO: MINNITI, LA MINACCIA E' A PREVEDIBILITA' ZERO

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 18 APR - "La 'ndrangheta si è impossessata con violenza di beni pubblici per fini privati e adesso lo Stato se ne riappropria consegnandoli alla collettività. E dentro le case della 'ndrangheta andranno le famiglie di poliziotti, carabinieri e finanzieri". Lo ha detto il ministro dell'Interno Marco Minniti, nel corso della conferenza stampa svoltasi nella prefettura di Reggio Calabria al termine della Conferenza regionale per la Calabria delle autorità di pubblica sicurezza, dove sono state consegnate le chiavi degli immobili e dei beni destinati a fine sociale al sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, ed alla Regione Calabria, rappresentata dal capogruppo del Pd, Sebi Romeo. "Oggi - ha proseguito Minniti - grazie al lavoro coordinato di magistratura e forze dell'ordine, sono stati decuplicati gli interventi di prevenzione, sequestro preventivo e confisca, contro i mafiosi in Calabria. Un risultato straordinario, un tesoro che va recuperato e messo a frutto dal'Agenzia dei Beni Confiscati, uno strumento che si è svelato efficace e che il legislatore sta affinando con il testo di legge in discussione in Senato, con l'obiettivo di approvarlo molto presto". Sessantasette i beni confiscati assegnati al comune di Reggio Calabria, su un totale di 92, ed il resto, assegnati alla Regione, al Demanio, agli Uffici giudiziari ed alle forze dell'ordine per ospitare uffici e caserme. Alla conferenza stampa con il ministro Minniti hanno partecipato il prefetto Michele di Bari e il direttore dell'Agenzia prefetto Postiglione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA