Percorso:ANSA > Legalità > Ora d'Aria > Giovane suicida in carcere, Orlando a Dap, fare piena luce

Giovane suicida in carcere, Orlando a Dap, fare piena luce

Guardasigilli ha emanato direttiva prevenzione suicidi nel 2016

27 febbraio, 15:27
(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Appena informato del suicidio del giovane detenuto avvenuto nel carcere romano di Regina Coeli il 24 febbraio scorso, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha immediatamente chiesto al capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo di fare luce sul drammatico evento. Gli uffici di via Arenula hanno chiesto al Dap, in particolare, "accurati accertamenti ispettivi al fine di verificare la compiuta attuazione della Direttiva sulla prevenzione dei suicidi emanata dal Guardasigilli il 3 maggio 2016". E' quanto si apprende dal ministero della Giustizia dopo la morte di un detenuto italiano di 22 anni che nei giorni scorsi si è impiccato utilizzando un lenzuolo legato alla grata del bagno nel carcere romano di Regina Coeli. "Questo ragazzo era scappato da una Rems (strutture che hanno sostituito i carceri psichiatrici, ndr) e a lui erano contestati solo reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Reati tutto sommati irrilevanti e legati al fatto che era andato via dal Rems. E allora mi chiedo, perchè non è stato riportato al Rems? Perchè si trovava in carcere? Questo suicidio si poteva evitare". Se lo è chiesto il garante dei detenuti del Lazio Stefano Anastasia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA