Liguria
  1. ANSA.it
  2. Liguria
  3. Gronda Genova: firmato In Prefettura protocollo d'intesa

Gronda Genova: firmato In Prefettura protocollo d'intesa

Al tavolo Salvini, Tomasi, Toti, Bucci e Signorini

È stato firmato a Genova il protocollo d'intesa sulla Gronda di Genova, definita "una delle più imponenti opere ingegneristiche mai realizzate a livello europeo". Le firme quelle di Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, Marco Bucci, sindaco della Città Metropolitana di Genova, Paolo Emilio Signorini, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l'Italia che finanzierà completamente l'opera. "E' il primo protocollo che firmiamo del Dl aiuti - ha spiegato Tomasi - poi firmeremo anche gli altri per 14 opere strategiche che coinvolgono Autostrade". "Il tempo di realizzazione prevede 10 anni - ha aggiunto - è un'opera che per dimensione e pressione di scavo e per complessità non ha paragoni a livello internazionale" La Gronda autostradale di Ponente a Genova è un raddoppio dell'autostrada A10 nel tratto interessato dal crollo del ponte Morandi attraverso 72 chilometri di nuovi tracciati, di cui 54 in galleria, che Aspi ha definito come "il più grande scavo d'Europa e uno dei principali al mondo". Previsti 13 nuovi viadotti. L'opera si snoda nella Val Polcevera mediante due innesti con l'autostrada A7 in direzione Milano e l'A12 verso Livorno connettendosi con la direttrice dell'A26 a Genova Voltri in direzione Gravellona Toce e ricongiungendosi con l'A10 nella località di mare genovese di Vesima. Prima del boom dei prezzi delle materie prime, il costo stimato per l'opera superava i 4,3 miliardi di euro, pagati interamente da Aspi. Il tempo di realizzazione stimato è di circa 7 anni, in seguito alla quale è prevista la liberalizzazione dell'A10 tra Genova Pra' e Aeroporto. L'allora sindaco di Genova Marta Vincenzi nel 2009 organizzò il primo débat public all'italiana sul tracciato e sull'analisi costi-benefici dell'opera, che si concluse positivamente. La Gronda di Ponente da sempre è avversata da M5S, alcuni partiti della sinistra, comitati e movimenti ambientalisti che la definiscono inutile e dannosa oltre a denunciare la presenza di rocce amiantifere lungo il tracciato di scavo. A favore della realizzazione l'intero centrodestra, larga parte del centrosinistra, Confindustria, la Camera di Commercio di Genova, il mondo portuale e semplici cittadini che la definiscono utile e vantaggiosa vista la vetustà del vecchio tracciato dell'A10 costruito negli anni Sessanta del Novecento. Una curiosità legata alla Gronda è la realizzazione di un secondo viadotto in Valpolcevera. Niente a che vedere con il nuovo Ponte San Giorgio pensato e disegnato da Renzo Piano, ma pur sempre un viadotto autostradale che sorgerà a 4,5 km a nord del San Giorgio.

Toti, Governo cambi passo rispetto a precedente 
"Per noi la Gronda è un'opera fondamentale e deve partire quanto prima. Mi auguro che il nuovo governo rispetto a quello che è successo fino a oggi cambi davvero passo, e il fatto che oggi sia qui il ministro Salvini credo sia di buon auspicio". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti a margine della firma del protocollo d'intesa sulla Gronda di Genova alla presenza del ministro per le Infrastrutture Matteo Salvini.

Tomasi, motore sviluppo del sistema-Paese 
La Gronda è "un'opera strategica per cui saranno utilizzate tecniche realizzative e soluzioni ingegneristiche all'avanguardia, in un contesto unico in ambito nazionale e internazionale. E' un'infrastruttura che sarà motore dello sviluppo del sistema-Paese e la mobilità nazionale, rafforzando la logistica territoriale con effetti positivi per l'economia italiana". Lo ha detto l'ad di Autostrade per l'Italia Roberto Tomasi a margine della firma del protocollo d'intesa per la realizzazione della Gronda genovese tra le istituzioni del territorio e il ministro per le Infrastrutture Matteo Salvini. "Abilitatore della mobilità sostenibile, che attrae ricchezza e favorisce l'economia del territorio genovese e di tutta la Liguria - ha detto Tomasi -, l'opera darà benefici alla città di Genova grazie alla delocalizzazione del traffico cittadino, alimentando attrattività e sostenibilità. Inoltre, darà nuovo slancio alla strategicità del Porto e agli scambi commerciali, agevolando i flussi dei mezzi pesanti e di traffico in generale". Tomasi ha voluto ringraziare le Istituzioni e "tutti coloro che non hanno mai smesso di credere in questa grande sfida - ha concluso -: noi ci abbiamo sempre creduto e siamo pronti ad affrontarla con le nostre competenze di Gruppo"

  

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie