Ambiente: protesta attivisti in cantiere Eni nel Milanese

Striscioni e fumogeni a San Donato Milanese contro estrattivismo

(ANSA) - MILANO, 12 MAG - Circa 200 attivisti della rete Rise up intorno alle 14 hanno acceso alcuni fumogeni e calato tre striscioni su un cantiere Eni, a San Donato Milanese (Milano), con scritto 'Rise up for climate justice', 'Criminali del fossile' e 'Many against Eni'.
    "Eni è la più grande estrattivista fossile nel mondo" spiega una delle attiviste, "non vogliamo che i fondi del Recovery fund vadano a queste aziende che sono autrici di sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici e stanno facendo politica di greeen washing non reali. Questo è un primo momento di lotta ma non si esaurisce qui".
    Oggi, giornata che gli attivisti hanno dedicato alla lotta contro l'estrattivismo fossile, in concomitanza con l'assemblea degli azionisti Eni, in Italia ci sono altri 4 appuntamenti sul tema: a Stagno (Livorno), a Ravenna, a Licata e a Presenzano (Caserta). Il presidio a san Donato, spiegano gli attivisti, era autorizzato.
    Sul posto, carabinieri, polizia locale e polizia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie