Nazione

Stati Uniti

39 41 33

Cina

38 32 18

Giappone

27 14 17
Nazione

Regno Unito

22 21 22

ROC

20 28 23

Australia

17 7 22
Nazione

Paesi Bassi

10 12 14

Francia

10 12 11

Germania

10 11 16
Nazione

Italia

10 10 20

Canada

7 6 11

Brasile

7 6 8
Nazione

Nuova Zelanda

7 6 7

Cuba

7 3 5

Ungheria

6 7 7

Tuffi: giochi senza Tania, sei azzurri sperano

Con ritiro Cagnotto c'è il ricambio, Cina resta superpotenza

Redazione ANSA

Sei azzurri pronti a dare battaglia tra piattaforma e trampolino, sognando le imprese di Tania Cagnotto. Ai Giochi di Tokyo, orfani della regina italiana che un anno fa, proprio ad agosto quando erano originariamente in programma le Olimpiadi rinviate al 2021 causa pandemia, ha annunciato l'addio definitivo all'agonismo, l'Italia schiera comunque le sue punte migliori: a cinque dall'argento nel sincro e il bronzo nel singolo da 3m di Tania Cagnotto (il primo in coppia con Francesca Dallapè) la mission è quella di provare a salire di nuovo sul podio. Impresa non facilissima nelle pur otto gare in programma e che vedranno impegnati sei azzurri: nella piattaforma da 10 metri con Noemi Batki e Sarah Jodoin Di Maria, classe 2000, canadese naturalizzata italiana, che lo scorso maggio è riuscita a centrare il pass nella coppa del mondo che si è svolta proprio a Tokyo. Nel sincro da tre metri saliranno sul trampolino Elena Bertocchi e Chiara Pellacani, reduci dall'argento agli Europei di BUdapest; mentre per la prova maschile il tandem è formato da Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia.

Le gare si svolgeranno dal 25 luglio al 7 agosto nell'Aquatics Centre, che si trova nel Tatsumi-no-Mori Seaside Park e ha una capienza di 15.000 spettatori. Otto le prove in programma (trampolino da 3 metri, trampolino sincronizzato da 3 metri, piattaforma da 10 metri e piattaforma sincronizzato da 10 metri). Rispetto ai mondiali non sono previste gare miste. Saranno 136 gli atleti al via con atleti provenienti da Giappone, Cina, Messico, Stati Uniti, Gran Bretagna, Canada e Malesia. I tuffi vantano una storia centenaria ai Giochi, avendo fatto l'esordio nel 1904 a St. Louis e da allora non sono mai mancati nel programma olimpico. La Cina resta la superpotenza, con 40 ori all'attivo (sette su otto vinti nell'edizione di Rio 2016). L'Italia proverà a fare bella figura anche senza la sua reginetta: Tania Cagnotto, diventata mamma per la seconda volta non ci sarà. Ma da trampolino e piattaforma l'azzurro non mancherà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie