Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Oltretevere Notizie
  4. Papa a Cipro: ambasciatore, nodo migranti al centro visita

Papa a Cipro: ambasciatore, nodo migranti al centro visita

Poulides, presidente lo informerà anche su tensioni con Turchia

(di Fausto Gasparroni) (ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 NOV - "La visita di papa Francesco a Cipro è un evento storico". Non usa mezzi termini l'ambasciatore cipriota presso la Santa Sede, George Poulides, dal 2019 decano del Corpo diplomatico accreditato in Vaticano, sulla visita in programma dal 2 al 4 dicembre prossimi, prima che il Pontefice prosegua per la tappa in Grecia, ad Atene e all'isola di Lesbo, fino al 6. E' la seconda volta che un Papa della Chiesa Cattolica Romana visita l'isola divisa 'de facto' in due parti separate dalla cosiddetta 'linea verde': l'area sotto il controllo effettivo della Repubblica di Cipro, che comprende circa il 59% della superficie, e la zona occupata dal 1974 dalla Turchia al nord, autoproclamatasi Repubblica Turca di Cipro del Nord, che copre circa il 36% della superficie ed è riconosciuta dalla sola Turchia..
    "Il presidente della Repubblica Nikos Anastasiades dovrebbe informare papa Francesco sugli ultimi sviluppi della questione cipriota, sulle ultime provocazioni della Turchia sia terrestri che in mare, nonché sui continui sforzi profusi per risolvere la questione cipriota", spiega Poulides. "Gli sforzi compiuti e le iniziative prese dall'Onu vengono intralciate dalla provocazione turca - sottolinea l'ambasciatore -. La Repubblica di Cipro cerca di giungere ad una soluzione giusta e sostenibile alla questione cipriota, una soluzione che sarà in linea con le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e conforme all'acquis comunitario".
    "Il presidente della Repubblica - prosegue - dovrebbe informare il Sommo Pontefice della Chiesa Cattolica Romana sulla questione umanitaria delle persone scomparse, sulla protezione del patrimonio culturale e sugli sforzi compiuti per promuovere il dialogo interreligioso". "Saranno, inoltre, discussi i temi della migrazione/dei rifugiati, della protezione ambientale, della lotta al cambiamento climatico e le questioni relative ai diritti umani", aggiunge.
    La cerimonia ufficiale di accoglienza del Papa a Cipro si svolgerà presso il Palazzo Presidenziale il 2 dicembre a Nicosia. Gli saranno riservati gli onori dovuti ad un capo di Stato. Si recherà, inoltre, in visita dall'arcivescovo Crisostomo II e incontrerà i vertici della Chiesa cattolica a Cipro. Il 3 dicembre celebrerà la messa allo stadio GSP.
    "Il momento di maggiore rilevanza simbolica del viaggio dipapa Francesco a Cipro è rappresentato dall'incontro con i rifugiati e gli immigrati a Nicosia - osserva Poulides -. Terrà, inoltre, una Preghiera ecumenica presso la Chiesa Cattolica della Santa Croce a Nicosia".
    Cipro si trova all'estremità orientale del Mediterraneo e accoglie quotidianamente un gran numero di migranti che hanno come meta altri Paesi dell'Unione Europea. "Le autorità della Repubblica di Cipro stanno facendo tutto il possibile per contrastare il fenomeno, sempre nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali di queste persone - dichiara l'ambasciatore -. Il maggior numero di migranti che arrivano nel territorio controllato dalla Repubblica di Cipro proviene dalla Turchia attraverso i territori occupati".
    Intanto si è diffusa la notizia, non confermata ufficialmente, che durante la sua visita a Cipro papa Francesco intenda offrire asilo a dei profughi e portarli con sé a Roma.
    Ad annunciarlo è la Deutsche Welle in un articolo pubblicato ieri nel quale racconta che il Pontefice dovrebbe ripetere lo stesso gesto compiuto nel 2016 durante la sua visita all'isola greca di Lesbo, quando visitò il campo di Morìa e rientrò a Roma con alcune famiglie di profughi, in tutto 12 persone. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie