Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Oltretevere Notizie
  4. Il 2022 del Papa, dal Concistoro alla nuova Costituzione

Il 2022 del Papa, dal Concistoro alla nuova Costituzione

Anche Incontro Mondiale Famiglie nella prospettiva post-pandemia

(di Fausto Gasparroni) (ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 03 GEN - Anche se si apre ancora sotto il segno funesto della pandemia da Coronavirus, l'anno appena iniziato si prospetta tra quelli cruciali del pontificato di Francesco, denso di appuntamenti di rilevanza pressoché epocale, di scadenze particolarmente attese, di arrivi a compimento di molti dei "processi" aperti dal Pontefice argentino, che pure ha appeno compiuto gli 85 anni e che il prossimo 13 marzo entrerà nel suo decimo anno alla guida della Chiesa universale.
    Lasciati alle spalle i problemi di salute - con l'operazione al colon dello scorso luglio - che comunque solo in parte hanno condizionato l'attività del Papa nel 2021, Francesco è già atteso all'inizio di questo nuovo anno dall'appuntamento come sempre caratterizzante del discorso al Corpo diplomatico, in cui si fissano per i dodici mesi a venire i punti della politica estera della Santa Sede.
    E ugualmente caratterizzante - se verranno a maturazione le aspettative in questo senso - dovrebbe essere anche il nuovo Concistoro, l'ottavo del pontificato, che Bergoglio si appresterebbe a convocare per la creazione di nuovi cardinali: in questo 2022, infatti, dieci componenti del Sacro Collegio varcheranno la soglia degli 80 anni (tra loro gli italiani Gualtiero Bassetti, Giuseppe Bertello e Gianfranco Ravasi), e va quindi ristabilita la quota di 120 possibili 'elettori' in un futuro Conclave.
    Intanto, Francesco è atteso anche alle nuove uscite, la prima delle quali, in Italia, sarà l'intervento a Firenze il prossimo 27 febbraio all'incontro con i vescovi e i sindaci del Mediterraneo, ideale prosecuzione del summit degli episcopati del 'mare nostrum' a Bari nel febbraio 2020, promosso anch'esso dalla Cei.
    E se, per ora, in Italia si è parlato solo del "vivo desiderio" di papa Francesco di presiedere la messa di chiusura del Congresso Eucaristico Nazionale in programma Matera dal 22 al 25 settembre, molte sono le ipotesi di viaggi all'estero. Dal Canada, per la penosa questione dei nativi segregati e abusati nelle scuole cattoliche (il Papa potrebbe andarci in settembre) a Malta per tenere alta l'attenzione sui migranti, dal Libano al Sud Sudan, fino a Santiago de Compostela il 7 agosto a chiusura del Pellegrinaggio giovanile europeo, diverse sono le possibilità "in sospeso", alcune delle quali, però, potrebbero anche concretizzarsi. Senza contare il fatto che Bergoglio ha "accettato" l'invito a visitare l'India rivoltogli dal premier Narendra Modi, senza però indicare date, mentre un altro invito ha ricevuto dal presidente del Kazakhstan Kassym-Zhomart Tokayev a partecipare al VII Congresso dei Leader delle Religioni Mondiali e Tradizionali ad Astana.
    Nel frattempo si fanno sempre più concrete le possibilità che in questo 2022, ancora in territorio "neutro" - la Finlandia? Appunto il Kazakhstan? - tornino ad incontrarsi il Papa e il patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill, dopo lo storico faccia a faccia all'Avana del 12 febbraio 2016. Per quanto riguarda invece le grandi celebrazioni pubbliche in San Pietro presiedute dal Papa, se ne attendono in particolare due: la canonizzazione di Charles De Foucauld e altri sei nuovi santi il 15 maggio e la beatificazione di papa Luciani-Giovanni Paolo I il 4 settembre. Ma sono ancora altri, e decisivi, i processi nel segno della "riforma" della Chiesa, come l'attesissimo varo della nuova Costituzione apostolica sulla Curia romana, la 'Praedicate evangelium', dopo quasi nove anni di lavoro di preparazione.
    Quindi il cammino globale per la Chiesa sinodale, partito lo scorso ottobre e che arriverà a conclusione nello stesso mese del 2023. Così come anche i progetti in elaborazione a margine della pandemia, tra cui quello annunciato recentemente da suor Alessandra Smerilli, neo-segretario del Dicastero sullo Sviluppo umano, dall'eloquente titolo "Lavoro per tutti". Proprio nella prospettiva del post-Covid, due appuntamenti-chiave per Bergoglio saranno quest'anno l'incontro con gli adolescenti italiani il 18 aprile, Lunedì dell'Angelo, ma ancor più il decimo Incontro Mondiale delle Famiglie, in programma a Roma dal 22 al 26 giugno.
    Non si può infine trascurare, proprio in funzione della 'tenuta' delle riforma bergogliana, il maxi-processo sullo scandalo finanziario dei fondi della Segreteria di Stato vaticana, che riprenderà il prossimo 25 gennaio, per entrare però nel vivo dalla seconda metà di febbraio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie