Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Paolo Arca, Medico Estetico: “Addio agli inestetismi curandone la causa in maniera scientifica”

Pagine Sì! SpA

La richiesta di interventi per la cura degli inestetismi è da anni in costante crescita, con l’Italia che secondo le statistiche mondiali si piazza al quarto posto per numero di pazienti che si rivolgono ai medici estetici. LOsservatorio permanente istituito dalla Società di medicina estetica Agorà ha stimato che filler, tossina botulinica e rivitalizzazione cutanea sono i trattamenti più richiesti in particolare dal pubblico femminile, nella fascia di età tra i 35 e i 50 anni.

“I desideri dei pazienti per la cura degli inestetismi vengono però valutati dagli specialisti. Non sempre sono necessari gli interventi richiesti”, spiega Paolo Arca, Medico Estetico di Olbia. Il Dottor Arca, che aiuta i pazienti nel superamento delle disfunzioni estetiche, evidenzia il ruolo del medico nel comprendere a fondo le problematiche delle persone, considerando il corpo umano nella sua interezza, in maniera olistica.

“Essere medici estetici significa anzitutto preoccuparci della salute delle persone. Il mio maestro, il Professor Carlo Alberto Bartoletti, colui che ha inventato la medicina estetica in Italia e nel mondo, diceva sempre — ricorda Dottor Arca — che la medicina estetica è una branca anche internistica e serve ad aiutare i pazienti ad invecchiare meglio e progressivamente”. Paolo Arca, riprendendo le parole del suo maestro, ricorda che il compito del medico estetico è quello di rallentare l’invecchiamento, curare le problematiche che si evidenziano e fare in modo che si invecchi bene.

“Il nostro compito è quello di accompagnare il paziente verso l’invecchiamento. D’altro canto, soprattutto ultimamente, il medico estetico interviene con l’utilizzo di tossina botulinica e flller anche su pazienti molto giovani”. Gli interventi più richiesti sono rinofiller, aumento volumetrico delle labbra, contouring del viso che comprende angolo mandibolare, zigomo, mento, tempie. Tra i trattamenti estetici più richiesti per il corpo, dove non c’è distinzione di età, troviamo l’eliminazione dell’adiposità localizzata, con varie tecnologia quali la criolipolisi, cavitazione focalizzata e onda coolwave, spesso in associazione con la carbossiterapia.

Dall’alimentazione allo sport, sono molteplici i fattori che permettono al corpo di mantenersi in forma: “Per questo motivo — afferma il medico olbiese — è fondamentale associare all’intervento del medico estetico le buone pratiche quotidiane”. Il medico spazia dai trattamenti anti-aging, medico-estetici, flebotomia laser e dermatologia chirurgica. Tutto questo grazie all’esperienza maturata negli anni, ai corsi seguiti e alle tecnologie all’avanguardia presenti nel suo studio. Il dottor Arca collabora ed è consulente per i più importanti marchi di aziende che producono macchinari medico-estetici e medical devices (ad esempio, i filler a base di acido ialuronico). Tiene spesso masterclass e corsi per e aziende con le quali collabora. Alla base, la cura della salute del paziente.

“La medicina estetica è una branca della medicina interna. I problemi estetici — afferma Paolo Arca — fuoriescono da un problema funzionale: non bisogna fermarsi all’inestetismo ma comprendere il perché”.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie