Fipe "fermezza e rigidità controlli per mantenere zona bianca"

Frongia, "non è un liberi tutti, stagione estiva dipende da noi"

"Siamo contenti per la zona bianca ma questo non è un liberi tutti ma è un inizio per lavorare in sicurezza. Continuiamo ad applicare i nostri protocolli però attenzione: per poter ripartire e tornare al nostro lavoro dobbiamo accompagnare questa ripartenza ad una fermezza e una rigidità nei controlli". E' l'appello che lancia il presidente della Fipe-Confcommercio Sud Sardegna, Emanuele Frongia, ai suoi colleghi ristoratori e baristi che da oggi in Sardegna potranno tenere aperti i locali rispettivamente sino alle 23 e sino alle 21.

"Siamo noi che decidiamo con queste nostre azioni se poter passare un'estate lavorativa e finalmente convivere con questa situazione Covid - aggiunge - Poi sicuramente la vaccinazione e gli screening ci aiuteranno a essere più tranquilli però vi prego di mantenete i protocolli sicurezza: so che in certe situazioni è difficile ma la riuscita di questa stagione estiva e ovviamente del turismo in Sardegna passa attraverso la nostra responsabilità passa attraverso la nostra fermezza".

Frongia è anche consapevole che gli esercenti dei locali pubblici "non possono essere gli unici a controllare questa situazione". Ecco quindi l'invito alle istituzioni e alle forze politiche "per esserci vicini in questa frase e per ritornare finalmente a vivere in serenità".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie