Libri

'La donna del Caravaggio' nella ricostruzione di Bassani

Esce 30 settembre per Donzelli con oltre cento inediti

(ANSA) - ROMA, 22 SET - RICCARDO BASSANI, LA DONNA DEL CARAVAGGIO. VITA E PERIPEZIE DI MADDALENA ANTOGNETTI (DONZELLI, PP 438, EURO 34.00). La storia che lega la cortigiana Maddalena Antognetti a Caravaggio viene ricostruita dallo storico e archivista Riccardo Bassani, attraverso oltre cento documenti inediti, ne 'La Donna del Caravaggio. Vita e peripezie di Maddalena Antognetti', con un prezioso apparato fotografico. Il libro sarà in libreria il 30 settembre per Donzelli, con la postfazione di Fiora Bellini, a 450 anni dalla nascita di Michelangelo Merisi da Caravaggio, che ricorrono il 29 settembre 2021.
    Grazie a un'ampia documentazione e agli inediti, integralmente trascritti nel libro, Bassani procede nel libro con una serie di disvelamenti che sciolgono molti nodi legati alla vita del Caravaggio. A partire dall'episodio, accaduto una sera d'estate del 1605 nel cuore della Roma papalina, quando un uomo di legge viene aggredito alle spalle nel buio, e ferito gravemente con un colpo di spada. Interrogato, l'uomo dichiara di non avere dubbi: a colpirlo è stato Michelangelo Merisi da Caravaggio, il "pittor celebre" con cui qualche sera prima aveva avuto un violento alterco a proposito di una "donna chiamata Lena, che è donna di Michelangelo".
    Chi era Lena? Di cosa era stata incolpata? E perché Caravaggio si era schierato a sua difesa, con un comportamento così violento e scellerato? Secondo la ricostruzione di Bassani Lena è Maddalena Antognetti, cortigiana di rango, al centro di una complessa rete di relazioni trasversali negli ambienti più in vista della Roma del tempo. La sua storia viene raccontata in un lungo e appassionante flash-back che ripercorre tutta la vita precedente di "Lena, la donna di Michelangelo" in una ricostruzione ispirata esplicitamente al metodo della "microstoria". Da figlia di una famiglia agiata di un facoltoso mercante ben introdotto negli ambienti della curia papale, ad adolescente orfana e diseredata, costretta con la madre e la sorella maggiore, Amabilia, a lasciare la casa paterna. Ed è proprio Amabilia a spingere Maddalena sulla strada della prostituzione in una Roma violenta. Ed è Lena-Maddalena a far da modella al Caravaggio per il dipinto della Madonna dei pellegrini che, esposta al pubblico qualche mese prima su un altare della chiesa di Sant'Agostino, aveva suscitato "estremo schiamazzo" tra i "popolani". Nel giro di sette anni furono almeno altri sette i grandi quadri di soggetto religioso nei quali Michelangelo ritrasse la cortigiana Maddalena nelle vesti impegnative di sante e di madonne.
    Bassani è già autore del volume, con Fiora Bellini, 'Caravaggio assassino', pubblicato da Donzelli nel 1993, che fece molto discutere. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie