Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Altre Proposte
  5. Melania Mazzucco, porto a teatro la storia della "straniera"

Melania Mazzucco, porto a teatro la storia della "straniera"

Debutto a Torino per Dulan la sposa, regia Valerio Binasco

(ANSA) - ROMA, 08 OTT - Ci sono storie, nella vita di chi scrive oltre che di chi legge, che arrivano, crescono, tornano nel tempo. Proprio come "Dulan, la sposa". Melania Mazzucco, l'autrice Premio Strega nel 2003 per "Vita" (Einaudi), ma anche di "Un giorno perfetto" (Rizzoli) e "L'architettrice" (Einaudi), l'aveva scritta nel 1993 come racconto per Nuovi Argomenti. Nel 2001 è diventato un radiodramma prodotto da Radio 3, con la regia di Wilma Labate, premiato al 53/o Prix Italia e trasmesso dalla Germania all'Irlanda. A più riprese si era pensato anche di farne un film. Oggi è diventato una pièce dalle forti tinte noir, diretta e interpretata da Valerio Binasco (che ne era protagonista già alla radio), insieme Mariangela Granelli e Cristina Parku.
    Nuova produzione del Teatro Stabile di Torino, lo spettacolo vi debutta in prima assoluta al Gobetti dall'11 al 30 ottobre, per poi partire in tournée fino a metà dicembre (tra le tappe, Perugia, Genova, Brescia, Bolzano, Pistoia). Al centro, la storia di una coppia sposata, tormentata dal fantasma di una ragazza annegata nella piscina del loro condominio.
    "Tutto nasce dall'incontro fortuito con due ragazze straniere - racconta la Mazzucco all'ANSA -. La prima durante un viaggio in Asia centrale, la seconda in Italia. La loro determinazione, disperata e invincibile, a rivendicare per sé un'altra vita e a mettere noi di fronte alle nostre scelte e ai nostri comportamenti, ha segretamente lavorato nei miei pensieri. Da allora la storia della 'straniera' non ha mai smesso di risuonare in me e stimolare riscritture. Sono passati trent'anni - riflette la scrittrice che a novembre sarà di nuovo in libreria con la raccolta di racconti 'Self portrait - Il museo del mondo delle donne' per Einaudi - Al tempo, il tema della convivenza con l'altro sembrava ancora astratto. Oggi è cruciale". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie