Cultura

Da Valle a Bova, volti di punta per la fiction Mediaset

E poi Zeno, Incontrada, Bisio, Chiatti. Apre Luce dei tuoi occhi

Da Anna Valle a Giuseppe Zeno e Vanessa Incontrada, già volti di punta Rai, da Raoul Bova (che ritroveremo anche in don Matteo 13 dove subentrerà a stagione iniziata a Terence Hill) a Claudio Bisio, da Laura Chiatti a Loretta Goggi. Sono solo alcuni dei nomi di grande richiamo scelti da Mediaset per la fiction 2021-22, a conferma dell'attenzione sempre maggiore verso il comparto seriale che l'azienda di Cologno Monzese ha già dimostrato nelle ultime stagioni, impegnandosi a diversificare i titoli.

Si comincia entro metà settembre con "Luce dei tuoi occhi", con protagonisti Anna Valle e Giuseppe Zeno. Ambientata a Vicenza, narra di Emma Conti (Valle), famosa étoile internazionale, che torna da New York nella sua città natale per scoprire la verità su un doloroso fatto del passato: la figlia avuta sedici anni prima potrebbe non essere morta alla nascita, come le avevano fatto credere. Torna per questo ad insegnare danza: una lettera anonima le indica che è una ballerina come lei e poterebbe in realtà essere una ed una delle allieve dell'Accademia dove lei ha mosso i suoi primi passi. La ricerca della verità porterà la donna ad incontrare Enrico, insegnante di un liceo locale a cui darà volto Zeno. Con il soggetto e la sceneggiatura di Eleonora Fiorini e Davide Sala, la regia della fiction è di Fabrizio Costa. Produzione Banijay Studios Italy.

"Giustizia per tutti" vedrà invece al centro Raoul Bova, sia nei panni di interprete che di produttore con la sua RB Produzioni, che affianca Showlab (Prodea Group). E' Roberto, uno stimato fotografo condannato ingiustamente per l'omicidio di sua moglie Beatrice, brillante avvocato. L'uomo riconquista la libertà dopo essere stato dieci anni in carcere. E' riuscito durante la detenzione a laurearsi in legge e a far riaprire il proprio caso, provando così la sua innocenza. Una volta libero, la sua abilità nel ribaltare la sentenza che lo aveva accusato viene notata dall'avvocatessa Victoria Bonetto (Rocío Muñoz Morales), che lo assume nello studio legale dove lavorava l'ex moglie. Fuori la città è cambiata ma Roberto può sempre contare su Fabio, amico di una vita, che ha sempre creduto nella sua innocenza e che ora gestisce la sua locanda nel centro di Torino. Nella sua nuova vita di uomo libero Roberto deve però "riconquistare" la figlia diciassettenne, Giulia, e che è stata cresciuta dalla zia Daniela, una poliziotta che lo aiuta a risolvere i casi. Alla regia Maurizio Zaccaro ed Eros Puglielli.

"Storia di una famiglia perbene" rivedrà Giuseppe Zeno, questa volta affiancato da Simona Cavallari. Ispirata al bestseller di Rosa Ventrella (edito da New Compton Editori, anche in e-book), la storia è ambientata a Bari tra il 1985 ed il 1992: protagonisti sono Maria, figlia di pescatori, e Michele, figlio del boss Nicola Straziota. Produce 11 Marzo, con la regia di Stefano Reali.

La seconda parte della stagione, quella relativa all'inverno e alla primavera, dovrebbe proporre invece ben cinque produzioni, di cui due già note al pubblico. Stiamo parlando di "Tutta Colpa di Freud-La serie", che vede protagonisti Claudio Bisio, Claudia Pandolfi e Max Tortora ed è tratta dall'omonimo film di Paolo Genovese, già disponibile su Amazon Prime Video (che coproduce con RTI e Lotus Production). L'altro titolo che il pubblico già conosce è invece "Buongiorno Mamma", grande successo della scorsa stagione targato Lux Vide-RTI, con Bova e Maria Chiara Giannetta, che tornerà quindi con il sequel per raccontare le vicende della famiglia Borghi.

Tra le novità, invece, debutterà "Fosca Innocenti", che riporterà su Canale 5 Vanessa Incontrada, qui nei panni della protagonista, un vice questore a capo di una squadra investigativa tutta femminile. Un personaggio determinato e deciso sul lavoro, che però nasconde un punto debole: Cosimo, il suo migliore amico nonché titolare dell'enoteca vicina al commissariato, interpretato da Francesco Arca. La regia è di Fabrizio Costa, la produzione di Banijay Studios Italy.

"Più forti del destino" è invece il remake della serie di successo francese "Le Bazar de la Charité" (ispirata alla storia vera dell'incendio che nel 1897 ha ucciso 126 persone a Parigi). Nella fiction italiana siamo a Palermo, nel 1886. La folla accalca l'inaugurazione della Mostra dall'Esposizione Nazionale, dove si possono ammirare gli ultimi ritrovati della tecnologia, tra cui il cinema. Durante la giornata, però, scoppia un violento incendio che fa soprattutto numerose vittime donne. La serie racconta le vite delle donne della Sicilia di fine Ottocento con le ingiustizie che devono subire in un mondo maschilista che non vuole cambiare. Nel cast Giulia Bevilacqua, Laura Chiatti, Sergio Rubini e Loretta Goggi. Regia di Alexis Sweet, produzione Fabula Pictures.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie