Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. La Scala si presenta a Londra, stagione 2022/23 in grande stile

La Scala si presenta a Londra, stagione 2022/23 in grande stile

Tour europeo di Meyer: 'Covid superato, tempo di rinnovamento'

(ANSA) - LONDRA, 04 OTT - Il difficile tempo sospeso della pandemia affrontato come un'occasione "per riflettere", rigenerarsi e ripartire. Parola di Dominique Meyer, sovrintendente e direttore artistico della Scala, protagonista oggi a Londra di un'altra tappa europea nel tour di presentazione all'estero della stagione 2022/23 - fra opera, balletto e concerti - del celeberrimo teatro milanese, gloria italiana e internazionale della musica. Una stagione che si preannuncia in grande stile, con indicazioni da tutto esaurito in fase di pre-vendita tali da assicurare un incasso record superiore a quello ante Covid del 2019, ha sottolineato Meyer durante la conferenza stampa ospitata nella sede dell'ambasciata d'Italia di Grosvenor Square e dedicata in particolare ai media britannici: voci di un Paese, il Regno Unito, che - ha ricordato lo stesso sovrintendente - si colloca "al secondo posto al mondo" come nazione di provenienza di spettatori stranieri della Scala. A loro, come agli altri turisti d'oltre confine, il teatro simbolo di Milano offre del resto per la stagione in arrivo anche il programma speciale degli spettacoli del "Weekend alla Scala", organizzato in partnership col Comune: con una quota di posti messi a disposizione delle richieste last minute dei visitatori che abbiano prenotato parallelamente online biglietti d'ingresso per musei cittadini come la Pinacoteca di Brera, il Duomo, il Cenacolo Vinciano, lo stesso Museo Teatrale alla Scala e altri.
    Il tutto sullo sfondo di una seconda stagione di ripresa post pandemia suggellata dall'avvio o dal completamento di progetti di rinnovamento architettonico e di modernizzazione digitale (dal nuovo sito, al nuovo sistema di ticketing, alla nascente 'La Scala tv' che dal 2023 inizierà a trasmettere spettacoli in streaming) studiati anche e soprattutto con un occhio all'ambiente e all'efficienza energetica sotto l'etichetta 'La Scala Green'. Quanto al cartellone principale, il calendario lirico prevede 14 grandi opere con un forte accento sulla tradizione italiana, come ribadito da Meyer: con 9 titoli nostrani (incluso il ritorno dei Vespri Siciliani di Verdi e la napoletana Li Zite 'Ngalera di Leonardo Vinci), oltre a un'opera in russo (il Boris Godunov di Musorgskij, scelta per l'inaugurazione), una in tedesco, una in inglese, una in francese, una in ceco. Mentre per la danza vi saranno sette balletti (a cominciare da grandi classici come il Lago dei Cigni nella coreografia di Nureyev, e con la chiusura di un recital dedicato al sommo Nijinsky), intervallati il 7 giugno 2023 da un gala ad hoc in onore della compianta Carla Fracci. Programma di alto profilo nelle attese, come di alto profilo sono state le presenze alla presentazione odierna della soprano israeliana Chen Reiss (esibitasi in ambasciata nell'aria di Susanna dalle Nozze di Figaro) o di una leggenda della danza di scuola scaligera trapiantata a Londra quale Alessandra Ferri.
    Mentre a fare gli onori di casa ha provveduto l'ambasciatore Raffaele Trombetta, al passo d'addio dopo quasi un quinquennio a capo della sede londinese segnato da sfide ed eventi storici come l'avvio delle relazioni italo-britanniche del dopo Brexit, l'avvicendarsi di tre premier e 5 ministri degli Esteri sull'isola o in ultimo la fine del regno epocale di Elisabetta II con la recente ascesa al trono dell'erede Carlo III. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie