Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Risultati Serie A: Atalanta-Empoli 0-1, Fiorentina-Juventus 2-0 e Lazio Verona 3-3

Risultati Serie A: Atalanta-Empoli 0-1, Fiorentina-Juventus 2-0 e Lazio Verona 3-3

La Viola batte i bianconeri e conquistano l'Europa

Risultati Serie A: Atalanta-Empoli 0-1, Fiorentina-Juventus 2-0 e Lazio Verona 3-2 per l'ultima giornata di campionato. La Viola conquista l'Europa

I GOL

Fiorentina-Juventus 2-0 - Al 90'+2 su rigore realizzato da Gonzalez i padroni di casa chiudono il match

Atalanta-Empoli 0-1 - Al 79' Stulac porta in vantaggio i toscani con un tiro che infila la porta nell'incrocio di destra

Lazio-Verona 3-3 - Al 76' pareggia i conti Hongla per gli scaligeri

Lazio-Verona 3-2 - Al 62' Pedro per il vantaggio dei padroni di casa grazie a una bella azione di squadra

Fiorentina-Juventus 1-0 - Al 45' Duncan porta in vantaggio la Viola

Lazio-Verona 2-2 - Al 29' i biancocelesti pareggiano con Felipe Anderson 

Lazio-Verona 1-2 - Al 16' i padroni di casa accorciano le distanze con una rete di Cabral

Lazio-Verona 0-2 - Al 14' gli ospiti raddoppiano con Lasagna 

Lazio-Verona 0-1 - Al 6' Simeone porta in vantaggio gli ospiti

Si è chiusa questa sera al Franchi di Firenze, durante Fiorentina-Juventus, alla fine del primo tempo, la carriera del capitano Giorgio Chiellini in bianconero. Il difensore, infatti, non è rientrato in campo dopo l'intervallo, forse anche a causa di un taglio sul sopracciglio sinistro procuratosi nell'azione del gol viola di Duncan. A 38 anni, così, il difensore toscano dice addio alla Juventus e all'Italia (per lui possibile una stagione negli Usa), dopo una lunga carriera ricca di tantissimi successi, sia con la maglia della bianconera che quella dell'Italia. Curiosità: al rientro in campo la fascia di capitano è passata a Dybala, giocatore che questa sera, dopo tanti anni, anche lui è all'ultima partita con la maglia della Juventus.

La Fiorentina è in Conference League: batte al Franchi la Juventus per 2-0 (grazie ai gol di Duncan e al rigore di Gonzalez) e dopo 6 anni torna a giocare in Europa. Al triplice fischio finale di Chiffi scoppia la gioia e la festa della Fiorentina (che ha voluto ricordare l'importante obiettivo conquistato indossando tutti alla fine una maglia in ricordo del Capitano Davide Astori) insieme ai propri tifosi. Alla festa improvvisata ha voluto partecipare in qualche modo anche l'ex viola Dusan Vlahovic (che è stato ceduto proprio alla Juventus nel gennaio scorso) che nonostante sia stato preso di 'mira' con cori e slogan offensivi dai suoi ex tifosi soprattutto quando è entrato in campo si è intrattenuto con i suoi ex compagni, salutando tutti anche lo staff di mister Italiano e i magazzinieri gigliati. D'altra parte, per il ritorno in Europa della Fiorentina un grande contributo era arrivato grazie anche ai gol dello stesso Vlahovic in viola durante la prima parte di stagione. Alla fine, i giocatori della Fiorentina sono rimasti in campo con i propri figli e familiari per godersi a pieno questa sera di gioia per Firenze, mentre sugli spalti si continuava a festeggiare.

Commisso, Fiorentina in Europa gioia indescrivibile  - "Che emozione! Oggi la squadra, lo staff, lo stadio e tutta la gente di Firenze mi hanno regalato una gioia indescrivibile. Torniamo in Europa dopo sei anni e lo facciamo nel migliore dei modi, davanti a Firenze e con tutta questa gente vicina. Un grandissimo grazie all'allenatore e alla squadra, che ci hanno fatto vivere un'annata indimenticabile, alla dirigenza, a Barone e Pradè, per il grande lavoro svolto ed al meraviglioso popolo viola che non ci ha lasciati mai soli. Finalmente siamo riusciti a riportare la Fiorentina in Europa. Avrei voluto essere con voi! Grazie, Grazie, Grazie!!!!". Così il presidente della Fiorentina Rocco Commisso, dagli Stati Uniti, ha voluto congratularsi per l'ottima stagione della Fiorentina, che dopo sei anni tornerà a giocare in Europa, in Conference League.

Gasperini, l'ottavo posto ci sta stretto  - "L'ottavo posto ci dispiace, viste le premesse del girone d'andata. Se devo trovare un motivo per la flessione nel ritorno, è che questa squadra sia stata costruita per far gol; spesso non ne abbiamo fatti". Gian Piero Gasperini, nel dopopartita contro l'Empoli, individua la causa principale per cui l'Atalanta è rimasta fuori dall'Europa dopo cinque anni. "La difficoltà a realizzare ci ha penalizzati. Si fa presto a passare da vittorie anche larghe a una sconfitta. Troppe partite così", commenta il tecnico dei nerazzurri. Che si fa forte del giudizio dei tifosi: "Anche le partite dall'esito negativo sono sempre state combattute: la gente l'ha capito e ci ha ringraziato, vedi striscione sulla maglia sudata. L'abbiamo sudata tutti - continua Gasperini -. Bergamo mi ha sempre manifestato affetto e sostegno, io sono riconoscente a tutti. Un'Atalanta senza Europa apre ovviamente degli interrogativi: non ci sono state difficoltà di natura comportamentale, serve un'idea di ciò che dovremo essere per lavorarci su". I rapporti col club sono solidi: "C'è un grandissimo rapporto con la società e la tifoseria. Ho detto che se la società avesse fatto scelte diverse l'avrei rispettate senza creare problemi, ma pare che mi abbia confermato. Adesso si tratta di sedersi per confrontare le visioni anche con le nuove figure nell'organigramma, compreso chi si occuperà di mercato". Infine, su Ilicic: "Ha un piede straordinario, c'è mancato tanto. All'andata a Empoli era stato straordinario, chiaro che non ha più la continuità di prima: del suo futuro non saprei, sono solo contento di averlo ritrovato per concedergli questa passerella".

Italiano, capolavoro viola! Futuro? Parlerò col club - "Europa? Purtroppo, in quest'ultimo mese abbiamo giocato qualche partita brutta. Oggi non potevamo sbagliare. Complimenti a Firenze, che ci ha sostenuti sempre, e ai ragazzi. Per me questo traguardo è straordinario. E' un capolavoro della squadra". Così Vincenzo Italiano, al termine della partita vinta sulla Juventus: il 2-0 consente alla Fiorentina, dopo sei anni, di tornare in Europa (Conference League). Poi, sul proprio futuro e quello della Fiorentina: "La società ha sempre detto di aspettare la fine del campionato. Domani, o nei prossimi giorni, parleremo di futuro. Parleremo di come affrontare la Conference, come costruire la squadra. I matrimoni si fanno insieme, parleremo a 360 gradi. Di tutto - ha sottolineato Italiano -. Mercato? Si perderanno giocatori in prestito. Alcuni giocatori in scadenza. Andranno sostituiti. Quello che ci ha trascinati è la forza del gruppo. Adesso dobbiamo cercare di non sbagliare e mettere in squadra della qualità. Bisogna cercare di non sbagliare e inserire giocatori in un progetto che ha portato grandi risultati. Per fare il percorso della Roma e magari vincere il trofeo". "Siamo sempre stati lì con quella classifica poi nelle ultime partite abbiamo fatto qualche passo falso forse per la troppa pressione. Alla fine, sembrava destino giocarcela qui con la Juve. Avevamo fatto una promessa a Davide quando è morto, promettendogli che avremmo riportato la Fiorentina dove meritava". Così il capitano della Fiorentina, Cristian Biraghi, ha commentato il risultato ottenuto dalla squadra viola quest'anno. La Juventus, infine, chiude la stagione senza aver vinto un trofeo e con una sconfitta, ma a Massimiliano Allegri non è dispiaciuto il primo tempo giocato dalla squadra bianconera: "Abbiamo fatto una buona partita, sbagliando però tanto negli ultimi 30 metri. Avevamo tanti ragazzi che non si erano mai allenati, abbiamo chiuso degnamente la stagione e ora voltiamo pagina e pensiamo alla prossima stagione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie