Internet e Social.

Con sempre più applicazioni dell'intelligenza artificiale in medicina c'è il rischio che si ripetano le discriminazioni, ad esempio di genere o razza, già viste in altri campi. L'allarme è lanciato da due editoriali, uno sulla rivista Jama e l'altro su EBioMedicine, che chiedono una 'algoritmovigilanza'


Zoom



















Modifica consenso Cookie