Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. La Giunta informa
  4. Intesa per promozione salute nella popolazione scolastica

Intesa per promozione salute nella popolazione scolastica

Tra Regione Umbria e Ufficio scolastico regionale

(ANSA) - PERUGIA, 12 MAG - Per il benessere nella popolazione scolastica, e di conseguenza anche all'interno delle famiglie degli studenti, Regione Umbria e Ufficio scolastico regionale uniscono le forze attraverso la realizzazione di iniziative condivise. A Palazzo Donini a Perugia sono stati presentati i contenuti del Protocollo d'intesa finalizzato alla promozione della salute e per investire sui comportamenti sani tra i giovani, in modo da migliorare la qualità della loro vita.
    "Diamo così gambe al Piano di prevenzione regionale che è stato approvato e apprezzato dal ministero della Salute utilizzando un farmaco a costo zero che si chiama prevenzione" ha affermato l'assessore regionale alla Salute e alle Politiche sociali della Regione Umbria, Luca Coletto, per poi aggiungere: "E' importante poter diffondere questo messaggio dentro le classi con l'auspicio che poi si possa arrivare anche nelle famiglie".
    Un protocollo che parte - è stato ricordato - da una analisi generale dello stato di salute della popolazione e in particolare di quella dei giovani in età scolastica, "per un lavoro in sinergia fatto tra tecnici della sanità e quelli delle scuole e per migliorare lo stile di vita dei ragazzi e, di conseguenza, quello delle loro famiglie", come ha spiegato anche il direttore regionale alla Salute e Welfare, Massimo Braganti.
    Per il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Sergio Repetto, "dopo anni bui si sta tornando ora a fare politica scolastica e ad agire per il bene degli studenti". Anche con un atto come questo, ha proseguito, "che coinvolge più soggetti e con il quale ci impegniamo a fare attività culturale in ambito di salute".
    Repetto ha infine ricordato che "il protocollo si inserisce nel piano di prevenzione con un progetto ampio che coinvolge più soggetti sul territorio attraverso una rete strutturata di scuole" e che sono al momento venti le scuole capofila del progetto, grazie alle quali però si punta, attraverso la raccolta di nuove adesioni, ad un coinvolgimento "sempre più capillare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie