Valle d'Aosta

Introd e Wadowice, paese di Wojtyla, gemellate

Delegazione guidata da sindaco Anglesio venerdì 24 in Polonia

Le comunità di Introd e Wadowice, la cui amicizia è nata sotto il segno di San Giovanni Paolo II, l'indimenticato Papa Karol Wojtyla, sigleranno il primo atto ufficiale che ne sancirà il gemellaggio. Venerdì 24 settembre il sindaco di Introd Vittorio Anglesio, il vice Jacques Buillet e al consigliere Luca David, saranno nella cittadina di Wadowice per suggellare i rapporti tra il paese natio di Wojtyla e il paese meta delle vacanze del Santo Padre. "Si tratta di un importante progetto di collaborazione e scambio interculturale tra i nostri due paesi - spiega il sindaco Anglesio -. È, di fatto, la prima pietra a suggello di un'amicizia iniziata nel 2020 con una serie di incontri virtuali in occasione delle celebrazioni dei 100 anni dalla nascita di San Giovanni Paolo II".
    L'occasione per un incontro virtuale e un avvicinamento tra le due comunità è stata la mostra di Grzegorz Galazka, 50 fotografie esposte a luglio a Introd e arrivata poi il 1° novembre del 2020 a Wadowice, nell'allestimento al Museo della Casa natale di Giovanni Paolo II. È una raccolta dei più simbolici scatti realizzati negli anni 1989-2009 che riguardano solamente le zone di Introd e Les Combes, residenza estiva dei Papi.
    Anglesio ricorda come il legame tra le due comunità sia stato cementato dalla preziosa collaborazione con l'associazione culturale canavesana La Memoria Viva con la quale, in collaborazione con Poste italiane, è stato realizzato l'annullo filatelico speciale, Da Wadowice ad Introd e la mostra di francobolli Centenario di Papa Giovanni Paolo II, una collezione composta da emissioni in Polonia, Slovacchia, Vaticano e Italia, con diversi annulli in tema. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie