CHIESA DI SANTA MARIA DELLA VALLE

Scanno - Edificio di culto

La chiesa di Santa Maria della Valle prende il nome dalla Valle del Carapale, luogo in cui è stata edificata. Piuttosto esigue sono le notizie relative ai primi secoli dalla fondazione; le più antiche attestazioni risalgono al 1568, anno dell'elevazione a parrocchia e degli affreschi rinascimentali. Circa un secolo dopo, in piena età barocca, furono realizzati degli importanti interventi decorativi a stucco e vennero distrutti gli altarini minori che si addossavano sui pilastri.
La facciata rettangolare è scandita da una fascia marcapiano su cui poggia il rosone ed è coronata da una cornice a listelli. Di notevole interesse il portale borgognone strombato, databile tra il XII e il XIII secolo e il campanile cuspidato, eretto nella zona absidale.
La pianta della chiesa è a tre navate voltate a botte, suddivise da archi a tutto sesto. Il presbiterio, rialzato, si conclude con un'abside semicircolare sormontata da un catino affrescato.
Tra le opere di particolare pregio si ricordano: gli affreschi rinascimentali scoperti durante i restauri del 1990, il coro, il pulpito e il fonte battesimale dell'intagliatore Francesco Mosca, l'altare maggiore dei marmorari di Pescocostanzo e la Madonna del Rosario (1604).



Strada Abrami, 1, Scanno (L'Aquila)

Telefono:

Costo:
Riduzioni:
Orario:

Modifica consenso Cookie